IO NON NE HO LA MINIMA IDEA

Rochefeller Shariah Satana Rothschild ] per morire? tu non devi fare molta strada, tu ti trovi già nel cimitero!

Stephen Hawking suggerisce creazione di un governo: Unius REI unico globale: il REGNO di ISRAELE! 4 09.03.2017 Il fisico britannico crede che per il benessere globale potrebbe essere necessario creare un governo comune. Lo riporta il Times. Il governo mondiale dovrà fronteggiare le principali minacce per il pianeta: l'estinzione di massa delle specie, il riscaldamento globale e l'intelligenza artificiale fuori controllo. In generale, il fisico ha una visione ottimistica del futuro del genere umano.

Margarita Simonyan commenta le accuse contro RT del ministro delle Finanze tedesco. 09.03.2017 Il direttore di RT e Sputnik Margarita Simonyan risponde al ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble che ha accusato il canale televisivo russo di diffondere notizie false. Schäuble aveva in precedenza dichiarato che la Russia sta conducendo una "guerra propagandistica", cercando di imporre la sua autorità nel mondo diffondendo "dalla mattina alla sera" notizie false con l'aiuto del canale televisivo RT. "È curioso che l'ennesima accusa a RT venga dal ministro delle Finanze tedesco. Scommetto che la prossima la farà il ministro della Salute o quello del Turismo", ha detto la Simonyan. Non è la prima volta che la Simonyan risponde alle accuse provenienti dai politici e dai mass media occidentali. RT è preso costantemente di mira con l'accusa di diffondere notizie false. Tuttavia gli accusatori, sottolinea la Simonyan, non hanno mai presentato prove concrete.

===============

my ISRAEL ] a chi i miei ministri andranno a rompere il culo oggi? IO NON NE HO LA MINIMA IDEA!


anni fa, io stavo facendo una lezione teorica circa le proprietà dello spirito nell'uomo: SOLTANTO, ma, una perfetta troia di alunna ragazza, mi disse: "professore io non provo vergogna, e io non mi vergogno!" ovviamente, io non potevo dire quello che andava detto, cioè, che anche prostitute e ladri non si vergognano! .. perché nella scuola italiana i bulli sono protetti e tutelati, con la scusa della dispersione scolastica! ed ecco perché, in istituti tecnici e professionali la eduzione e la istruzione sono in caduta libera: UNA SITUAZIONE PENOSA E DEGRADANTE!

TUTTI SANNO CHE: il "peccato mortale", "uccide" la grazia di Dio: nello "spirito umano", quindi l'ANIMA: senza aiuto dello SPIRITO (che è morto: per: la vita divina di JHWH Dio SANTO) quindi l'ANIMA: come potrà mai vincere il peccato da sola, tentazioni, inclinazioni egoistiche, ecc..? certo senza uno spirito (umano) in GRAZIA di Dio, ANIMA non potrà vincere il peccato (che è sempre una azione egocentrica, un impulso di egoismo personale), PERTANTO, come anima senza lo spirito, potrà vincere le viziose inclinazioni del corpo? certo anima senza lo spirito non potrà dominare il corpo... ed è QUESTO il TRIONFO del PECCATO nella SOCIETÀ! .. in questo modo, ed in questo contesto, SANTO FRANCESCO di Assisi disse ai suoi frati francescani: "tu stai attento che frate asino" (così lui chiamava il corpo: "frate asino") non si trasformi in "frate porco", così tutti i francescani facevano molti digiuni, camminano scalzi (a testa bassa per umiliare gli occhi), e si frustavano anche a sangue!

adesso: SEMPRE IMPUNEMENTE: per non offendere la dispersione scolastica: nella mia scuola: il 3% dei miei alunni (i bulli) bestemmia Dio per abitudine, e il 50% di loro, lo fa in modo deliberato per offendermi! .. bestemmiano dalle finestre, in cortile, nei corridoi: BESTEMMIANO sempre impunemente! ovviamente noi comminiamo il 10%: delle sospensioni che potrebbero E DOVREBBERO: essere irrorate o impartite, cioè, per impedire che i bulli possano essere bocciati e possano subire la dispersione scolastica! ... ma, io non auguro a nessuno che, lui non sia un delinquente di mandare suo figlio nella mia scuola!

ovviamente, la colpa è tutta del PD e del Ministero della Pubblica Istruzione, che per rubare in nome di Rochefeller: il nostro signoraggio bancario alto tradimento costituzionale, ha detto che le classi PRIME, e le CLASSI terze si devono formare con 27 alunni! ... e noi non possiamo buttare in mezzo ad una strada i docenti che devono portare il pane alle loro famiglie!

 la sharia nega tutti ed ognuno dei principi costitutivi di ONU, infatti: il 10 dicembre 1948, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani! infatti shariah nega un reale diritto di cittadinanza agli infedeli! ] tanto premesso: "io vi do una settimana di tempo: 1. per distruggere ONU, oppure: 2. per espellerne la LEGA ARABA: che dei fondamenti costitutivi di ONU è la totale negazione! gli shariah hanno tre tipi di schiavi (Kafir, murtids e dhimmis) il loro destino? è sempre quello di subire il genocidio. Per colpa di ONU che ha traviato completamente i sui principi costitutivi, voi risponderete di: 1. shariah genocidio del genere umano, di: 2. usura, alto tradimento Costituzionale il SIGNORAGGIO BANCARIO, e QUINDI, 3. VOI vi renderete colpevoli della guerra mondiale! ed il Corano è così pieno di errori e bugie che, si rende necessaria la pena di morte per impedirne la critica! infatti le prime 4 versioni della Increata Parola di Dio il Corano: sono state ritirate e bruciate!

la mia affermazione? io la posso dimostrare in tribunale! TUTTA IPOCRISIA! quelli sono i Sacerdoti di Satana, e tutte le aziende delle comunicazioni: sono costretti ad assumerli nelle loro strutture: nei loro quadri dirigenti, e certo: aziende non possono opporre nessun impedimento al controllo della tecnologia globale! Sacerdoti di Satana hanno la conduzione di youtube e google, sacerdoti di Satana controllano tutto quello che è importante in USA! [ la mia affermazione? io la posso dimostrare in tribunale! ] Wikileaks: Ira dei big dell'hi-tech, si indaga su impatto Ciagate, Da Apple a Samsung a Microsoft si testano sistemi operativi... ma per il Governo la colpa è dei silicon valley che non dovrebbero parlare con Wikileaks.

. Fbi, attaccati nostri diritti, Lo dice James Comey parlando del Ciagate.. WASHINGTON, 8 MAR - Il presidente Trump è "estremamente preoccupato per le rivelazioni di Wikileaks se si rivelassero vere":
Wikileaks, 'La Cia spia con telefoni e tv' pubblicati documenti su cyber-armi dell'intelligence Usa

09.03.2017 due fratelli, loro sono due fratelli Benjamin Netanyahu e Vladimir Putin! La Russia ha dato un contributo significativo alla lotta contro il sedicente Stato islamico. Lo ha dichiarato il premier israeliano Benjamin Netanyahu.
"Nell'ultimo anno c'è stato un serio progresso nella lotta contro il terrorismo islamico radicale sunnita guidato dall'ISIS e da Al Qaeda, e la Russia ha contribuito notevolmente a questo progresso", ha detto Netanyahu nel corso dell'incontro con il presidente russo Vladimir Putin.

 la sharia nega tutti ed ognuno dei principi costitutivi di ONU, infatti: il 10 dicembre 1948, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani! infatti shariah nega un reale diritto di cittadinanza agli infedeli! ] tanto premesso: "io vi do una settimana di tempo: 1. per distruggere ONU, oppure: 2. per espellerne la LEGA ARABA: che dei fondamenti costitutivi di ONU è la totale negazione! gli shariah hanno tre tipi di schiavi (Kafir, murtids e dhimmis) il loro destino? è sempre quello di subire il genocidio. Per colpa di ONU che ha traviato completamente i sui principi costitutivi, voi risponderete di: 1. shariah genocidio del genere umano, di: 2. usura, alto tradimento Costituzionale il SIGNORAGGIO BANCARIO, e QUINDI, 3. VOI vi renderete colpevoli della guerra mondiale! ed il Corano è così pieno di errori e bugie che, si rende necessaria la pena di morte per impedirne la critica! infatti le prime 4 versioni della Increata Parola di Dio il Corano: sono state ritirate e bruciate! Quindi Corano e Talmud sono libri scritti, ma al contrario, la Bibbia per 1200 anni non esisteva, neanche come libro scritto: dato che tutto il popolo LA aveva imparato a memoria: tutta la storica successione dei loro eventi, ed una cosa che è entrata nella memoria collettiva di un popolo? non può più essere manipolata!, inoltre date eventi e persone sono stati tutti dimostrati archeologicamente come l'attraverso del mare, DAL DESERTO EGIZIANO SONO GIUNTI A PIEDI in ARABIA SAUDITA dove Mosé riceverà il decalogo, quindi tutti i carri da guerra del Faraone si trovano in fila indiana in fondo al mare: come è documentato archeologicamente.
ecco perché tutti gli indemoniati attaccano la Bibbia! ]
 la Bibbia per gli storici non è un libro ma, è un diario di bordo: di un popolo che cammina: un popolo in viaggio: verso la "terra promessa": il popolo di ISRAELE! e tu non puoi dire a 2milioni di persone: tu hai attraversato il mare e sei andato a piedi in ARABIA SAUDITA, non è vero, ma, tu lo devi ammettere lo stesso! ma, per i mistici che vivono dello Spirito Santo: la Bibbia è la Persona stessa di Dio!
ecco perché, tutti gli indemoniati attaccano e negano la Bibbia!
Nel suo intervento Merkel ha definito il referendum per il presidenzialismo nazista di Erdogan il salafita "a dir poco problematico", E ha insistito sulla necessità di una stampa libera, citando ancora una volta i molti giornalisti arrestati in Turchia, fra cui Deniz Yucel, ribadendo l'impegno tedesco per la sua liberazione.
Pensare che ISLAM possa essere alleato dei valori dell'Occidentali, per chi ha aperto un libro di storia nella sua vita, lui sa che è impossibile! Ecco perché Merkel oltre ad essere un asino? lei è anche un traditore, come tutti quelli del PD!

Pubblicato il 09 mar 2017  OSCE, l'osservatore che in Donbass non vede. L'organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, avrebbe il compito di monitorare il conflitto nel Donbass, con particolare riferimento alle azioni contro i civili. Ma, come documentato da questo video, quando avviene un attacco o un bombardamento, le automobili con la scritta OSCE fanno inversione e vanno da un'altra parte. https://youtu.be/TBL1fIgLJkw
EU Parliament Passes Resolution Condemning Forced Organ Harvesting in China
http://en.minghui.org/html/articles/2013/12/13/143594.html



#666 #youtube ] io non chiedo niente a te, e tu non chiedere niente a me! FINISCILA DI STRILLARE! https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion [ 1. figuriamoci: se, IO posso chiedere ad una lucertola di satanista come te che si debba compromettere per me, contro: i Rothschild Obama Hillary Clinton Satana Allah e 322 Bush Rochefeller! NO! 2. e non sono neanche preoccupato che i miei commenti sono nascosti a tutti! NO! 3. ma, mi vuoi dare almeno la tracciabilità dei miei canali, con commenti da te ritenuti non compromettenti? CERTO IO NON TI SALVERÒ IL BUCO DEL CULO SOLTANTO PERCHÉ TU TI CHIAMI YOUTUBE!
se per nascondere il loro falso in bilancio: SpA FMI FED BCE, Rochefeller e Rothschild vogliono la loro guerra mondiale? ok! adesso soltanto la LEGA ARABA gli è rimasta da poter ammazzare! 09.03.2017 Benjamin Netanyahu e Vladimir Putin? due fratelli, loro sono due fratelli! La Russia ha dato un contributo significativo alla lotta contro il sedicente shariah wahhabita Stato islamico. Lo ha dichiarato il premier israeliano Benjamin Netanyahu a Putin.

ministro degli Esteri francese Jean-Marc Ayrault ha ribadito che la Francia non potrà mai accettare la riunificazione della Crimea con la Russia (QUINDI LA SOVRANITÀ PLEBISCITARIA PER UN MASSONE BILDERBERG: [alto tradimento Costituzionale: il Signoraggio bancario] NON È UN VALORE!), che considera illegale come il KOSOVO. Ritiene necessario mantenere le sanzioni contro Mosca per esercitare le dovute pressioni al fine di ottenere l'attuazione degli accordi di Minsk: che KIEV ha bloccato come parte inadempiente.

====================

Rivelazioni WikiLeaks: il bue dava del cornuto all’asino. 09.03.2017.. Giulietto Chiesa. Le ultime rivelazioni di WikiLeaks sulle gigantesche proporzioni dell’intrusione della CIA nella vita privata di centinaia di milioni di persone in tutto il mondo ha, in un colpo solo, cancellato tutta la invenzioni del mainstream occidentale contro il presunto “hackeraggio russo” sulla campagna elettorale americana.
Tutti coloro che hanno voglia di capire, e di vedere, adesso possono rendersi conto che il bue dava del cornuto all'asino. CIA si astiene dal confermare le rivelazioni di WikiLeaks e cerca la talpa
In oltre 9000 files (che andranno studiati in tutti i dettagli), emergono numerose novità. Gli hacker di stato americani sono in grado di usare tutti gli apparecchi di comunicazione in vendita al dettaglio nel pianeta, smart phones, tablets, computers, televisori di ultima generazione etc etc, all'insaputa dei loro proprietari. Possono leggere, sentire, vedere, tutto ciò che vi è contenuto. Possono seguire tutte le comunicazioni che ospitano e trasmettono. Vi è una parte di complicità dei produttori di tutti gli aggeggi di cui sopra. In particolare di Microsoft, Apple, Samsung e via elencando. Complicità che si aggrava per i giganti come Google, Yahoo, Facebook che aprono cordialmente le loro banche dati ai ficcanaso dello Stato imperiale, su richiesta e anche senza richiesta, su ordine o ricatto. Non è una novità assoluta, perché è dal tempo delle cosiddette "rivoluzioni colorate", arabe e non arabe, che le massime autorità americane convocano i social networks (tutti americani) per dare indicazioni sul miglior uso della loro potenza comunicativa e suggestiva.

WikiLeaks, Ciagate: Cremlino interessato ai tentativi USA per spiare Putin
Dunque solo i sepolcri meglio imbiancati possono oggi cadere dalle nuvole, facendo finta di indignarsi, quando WikiLeaks pubblica i protocolli della orwelliana trasformazione della democrazia in controllo totale. Occorre  solo aggiungere che, in questa situazione, non c'è più dubbio che tutti i leader politici occidentali, europei in primo luogo, sono stati e sono soggetti a ogni forma possibile e immaginabile di ricatto. Infatti è del tutto evidente che una tale sorveglianza — che tecnicamente può essere esercitata contro chiunque — è in realtà usata molto selettivamente nei confronti di coloro che prendono decisioni politiche, economiche, militari, finanziarie. Naturalmente "quando occorre" all'Impero. E chi sgarrasse, eventualmente, sa, se non è stupido (ma, se è stupido, la sua carriera non andrà molto lontana) che corre dei rischi più o meno gravi.

La NATO e quegli accordi segreti fra Italia e USA
Se vale per gli alleati, figurarsi se non vale per i "piccoli", e meno piccoli che popolano la scena internazionale. Ve lo figurate come possono vivere liberamente secondo le loro proprie regole paesi come la Macedonia, la Grecia, la Malaysia, il Burundi? Tanto per fare qualche esempio. Ma non varrà anche per l'Italia? Per fare un altro esempio: che possiamo pensare della Ministra della Difesa italiana, che prende tutte le decisioni dettate dagli Stati Uniti in sede Nato? Sicuramente la signora Pinotti è in totale buona fede. Se non fosse una donna (a proposito, auguri per l'8 marzo, anche se in ritardo) si potrebbe dire, anche di lei che "senza dubbio Bruto è un uomo d'onore"). Ma che dire di Matteo Renzi e di Paolo Gentiloni, anche loro sicuramente "uomini d'onore, quando leggono sui giornali queste notizie? Non viene  loro in mente che sarabbe un dovere, almeno, elevare una nota di protesta contro l'alleato maggiore? Dare un segnale ai loro cittadini, di essere un pochino all'erta?

Perché il loro silenzio c'inquieta. E, quando decidono di obbedire agli ordini di Washington, mandando i nostri soldati, per esempio, sul fronte del Baltico, ci viene il sospetto che abbiano deciso perché "non potevano fare altrimenti". Così come quando tacciono, tenendosi in casa (in casa nostra) una sessantina di bombe nucleari, in plateale violazione del Trattato di Non proliferazione Nucleare, che l'Italia solennemente firmò.  Non sarà mica che "hanno dovuto" obbedire a un ordine"? Il che confermerebbe che l'Italia è guidata da schiavi: ben nutriti, ma sempre schiavi.

==================

Petizione contro l’invio dei soldati italiani al confine con la Russia 09.03.2017 Più di 20.000 italiani hanno firmato una petizione contro l’invio di un contingente di 150 militari in Lettonia ai confini con la Russia, nell’ambito di una missione Nato. "Visto e considerando che l'invio di soldati italiani in Lettonia è una provocazione implicita alla Russia, tale azione dovrebbe essere vietata per una nazione che sulla carta costituzionale dice di ripudiare la guerra", — dice la petizione.
La NATO chiede all'Italia di inviare soldati al confine con la Russia
Per maggiori informazioni Sputnik Italia si è rivolto all'autore di questa iniziativa, il noto blogger romano Tommaso Longobardi.
— Tommaso, cosa L'ha spinto di lanciare questa petizione?
— Ho scelto di creare la petizione per dare voce a migliaia di italiani che trovano questa scelta pericolosa ed ignobile. La Costituzione parla chiaro: "L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali". Tuttavia i nostri governanti si rifugiano dietro alla scusa del "rafforzamento degli assetti difensivi nei Paesi settentrionali e orientali dell'alleanza atlantica" perché naturalmente usando la parola magica "difesa" riescono a mascherare una chiara provocazione alla Russia.
— La petizione ha un valore guiridico?
Anche l’Italia fa la guerra alla Russia
— La petizione purtroppo non ha alcun valore giuridico ma puramente simbolico, le persone che hanno scelto di firmare la petizione appartengono a diverse fazioni politiche. Firmando hanno voluto esprimere la propria indignazione verso questa scelta riprovevole.
— La stampa italiana in qualche modo ha reagito al vostro appello? Avete sentito il loro sostegno?
— No, la stampa italiana non ha minimamente citato la petizione. Tuttavia sono stato contattato da quotidiani esteri, che devo ringraziare per avermi permesso di far trasparire all'estero l'opinione di migliaia di italiani. Proprio per questo credo che la petizione abbia raggiunto il suo obiettivo, ovvero far sapere che molti italiani non condividono la scelta del governo.
Ministero esteri sottolinea carattere provocatorio delle azioni NATO ai confini russi
— Il premier italiano Paolo Gentiloni sostiene che "Non si tratta di un atto di aggressione ai danni della Russia, ma di semplice difesa dei confini NATO». A Suo avviso, quali conseguenze potrebbe avere l'invio di tale contingente militare in Lettonia per l'Italia e i rapporti bilaterali italo-russi?
— Il governo trova giustificazione nell'invio dei soldati nell'impegno assunto dall'Italia con la Nato nel vertice di Varsavia. Tuttavia, le parole di Gentiloni a proposito di questo atto che a suo dire "Non sarebbe di aggressione" sono prive di senso, non è certo lui a dover parlare di "aggressione" o meno, quanto la Russia, che già ha espresso le proprie preoccupazioni delle politiche provocatorie della Nato parlando addirittura di «Politica distruttiva».
Il numero di voli dell'aviazione NATO ai confini della Russia in dieci anni è triplicato
— Condivide il parere del leader del M5S Beppe Grillo, che il governo vuole "trascinare l'Italia in guerra"?
— L'opinione di Grillo è condivisa da diversi schieramenti politici e rappresenta il pensiero di una grossa fetta di popolazione. Diversamente da Grillo però, non credo che il governo voglia trascinarci in guerra, credo solo che il nostro governo non abbia alcuna credibilità fuori i confini italiani e che si lasci sottomettere facilmente da un'organizzazione come la Nato.
— La vostra petizione verrà inviata al Presidente Mattarella. Pensa che il parere del popolo italiano sarà preso in considerazione?
— No, la petizione potrebbe arrivare anche ad un milione di firme ma non verrebbe mai presa in considerazione. Basti pensare che dopo il referendum costituzionale il Presidente del Consiglio aveva dichiarato che avrebbe lasciato la politica in caso di sconfitta ma nonostante la pressione di un'enorme fetta di popolazione, è rimasto in politica come se nulla fosse.

09.03.2017 due fratelli, loro sono due fratelli Benjamin Netanyahu e Vladimir Putin! La Russia ha dato un contributo significativo alla lotta contro il sedicente Stato islamico. Lo ha dichiarato il premier israeliano Benjamin Netanyahu.
"Nell'ultimo anno c'è stato un serio progresso nella lotta contro il terrorismo islamico radicale sunnita gudato dall'ISIS e da Al Qaeda, e la Russia ha contribuito notevolmente a questo progresso", ha detto Netanyahu nel corso dell'incontro con il presidente russo Vladimir Putin.

CIA si astiene dal confermare le rivelazioni di WikiLeaks e cerca la talpa.  09.03.2017 La CIA si è rifiutata di confermare l'autenticità dei documenti e dei file pubblicati da WikiLeaks ottenuti direttamente dal quartier generale di Langley, segnala l'agenzia France-Presse. In precedenza WikiLeaks aveva pubblicato più di 8.700 documenti e file memorizzati sulla rete interna del dipartimento sull'intelligence cibernetica presso il quartier generale della CIA a Langley. Il sito ha riferito che la prima parte della pubblicazione è inferiore all'1% del volume totale dei documenti.
"Tali informazioni non solo metteno in pericolo i rappresentanti e le operazioni degli Stati Uniti, ma danno inoltre ai nostri avversari gli strumenti e i dati per farci del male," — ha dichiarato la rappresentante del dipartimento Heather Horniak.
Martedì scorso il sito di WikiLeaks, citando dei documenti riservati, aveva riferito che il Consolato degli Stati Uniti a Francoforte è un centro in cui operano gli "hacker" della CIA per le operazioni in Europa, Medio Oriente e Africa. Secondo il sito, dai documenti emerge che agli hacker la CIA offriva passaporti diplomatici e la copertura del Dipartimento di Stato. Uno dei documenti pubblicati è una lista di istruzioni per i pirati del web della CIA su come recarsi a Francoforte. Alla domanda sul motivo della permanenza nel Consolato da parte delle autorità competenti si raccomanda di rispondere "consulenza tecnica".
Mercoledì alcune fonti hanno detto alla Reuters che la CIA era al corrente della fuga di notizie dallo scorso anno e stava cercando la "talpa" tra i collaboratori esterni.
La CNN ha riferito che l'FBI e la CIA stanno indagando la perdita di informazioni sul sito WikiLeaks. Secondo il canale, è stato aperto un fascicolo a livello federale.

MOSCA, 9 MAR - "Gli esperti ritengono queste informazioni assai attendibili. Noi naturalmente siamo costretti a prendere in considerazione tutto ciò che viene rivelato". Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov commentando i documenti della Cia divulgati da Wikileaks dai quali risulta come l'agenzia sia in grado di trasformare in strumenti di spionaggio oggetti vari tra cui tv, smart tv e smartphone. Da parte sua, il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, ha affermato che il Cremlino, "insieme a tutta la comunità internazionale", ha "notato i dati pubblicati" da Wikileaks, che "naturalmente meritano attenzione e devono essere letti più attentamente". Peskov ha quindi dichiarato che negli Stati Uniti "nessuno nasconde di intercettare attivamente i funzionari russi, sia che si tratti dell'ambasciatore Kisliak sia di altri". "Lì - ha detto Peskov - nessuno lo nasconde e quindi non c'è bisogno ce Wikileaks lo renda noto, uno può indovinare".

WikiLeaks, Ciagate: Cremlino interessato ai tentativi USA per spiare Putin.  09.03.2017 Al Cremlino giudicano “meritevole” l'informazione relativa ai tentativi degli Stati Uniti di "intercettare" il presidente russo Vladimir Putin, ha riferito il portavoce del capo di Stato russo Dmitry Peskov. "Insieme all'intera comunità internazionale abbiamo naturalmente prestato attenzione ai dati pubblicati. Naturalmente meritano attenzione e serve analizzarli con molta attenzione," — ha detto Peskov.
Il portavoce del Cremlino ha osservato che Washington non nasconde di intercettare attivamente i funzionari russi. Ad esempio ha citato il caso dell'ambasciatore russo negli Stati Uniti Sergey Kislyak.
"Nessuno lo nasconde. Pertanto qui a WikiLeaks non serve divulgare, si può intuire," — ha aggiunto Peskov.
In precedenza WikiLeaks aveva pubblicato quasi 9mila i documenti e file memorizzati sulla rete interna del dipartimento per l'intelligence cibernetica presso il quartier generale della CIA a Langley. Il sito ha riferito che la prima parte della pubblicazione è inferiore all'1% del volume complessivo dei documenti.

ormai noi siamo una Nazione allo sfascio! MARCELLO GEMMATO. 13 febbraio Alla quarta molestia... oggi nei confronti di una minorenne di 16 anni, un senza fissa dimora del Bangladesh viene fermato da un carabiniere fuori servizio. Avete capito bene la QUARTA VOLTA CHE VIENE FERMATO PER VIOLENZA SESSUALE.
Il tutto avviene davanti al liceo che frequenteranno tra qualche anno le mie figlie. Mi chiedo che mondo stiamo consegnando ai nostri figli?
Siamo razzisti se solleviamo in maniera forte il problema?

Christian Rigamonti https://youtu.be/dlW4B6bw4sg Ciao, non mi fanno aprire le pagine che hai segnalato. nei secoli fedele: ITALIA LIBERA dai Rothschild ANSWER ] è ANSA che ha bisogno Di molte risorse: una ADSL forte, perché è una pagina molto pesante: troppo carica di pubblicità!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2017/01/30/canadasospetto-amava-trump-le-pen-su-fb_0bdaa173-e8ea-4790-bd1f-781e9fdb48f2.html


TUTTA IPOCRISIA! quelli sono i Sacerdoti di Satana, e tutte le aziende delle comunicazioni: sono costretti ad assumerli nelle loro strutture: nei loro quadri dirigenti, e certo: aziende non possono opporre nessun impedimento al controllo della tecnologia globale! Sacerdoti di Satana hanno la coduzione di youtube e google, sacerdoti di Satana controllano tutto quello che è importante in USA! ] Wikileaks: Ira dei big dell'hi-tech, si indaga su impatto Ciagate, Da Apple a Samsung a Microsoft si testano sistemi operativi
. Fbi, attaccati nostri diritti, Lo dice James Comey parlando del Ciagate.. WASHINGTON, 8 MAR - Il presidente Trump è "estremamente preoccupato per le rivelazioni di Wikileaks se si rivelassero vere":
Wikileaks, 'La Cia spia con telefoni e tv' pubblicati documenti su cyber-armi dell'intelligence Usa


 Dharia Maria Lurie 1 anno fa · Condiviso in privato
The Beauty of Falun Dafa and its Persecution in China
Greetings friends, please take a moment to read this important message:

Falun Dafa (or Falun Gong) is a spiritual cultivation practice for mind and body that is widely spreading in the world and saving sentient beings, it is based on the principles of the Universe:

真 Truthfulness
善 Compassion
忍 Forbearance

It includes gentle exercises and meditation. It helped millions of people to regain health, peace of mind and obtain spiritual fulfillment. Since 1999 this peaceful practice has been brutally persecuted by the CCP in Mainland China. People are being killed, tortured, put into labor camps and have organs harvested from live people, simply because of their belief. On June 20, 2015, the WOIPFG released its latest report, which shows that the crimes of harvesting live Falun Gong practitioners’ organs are acts of the state, personally ordered by Jiang Zemin, who was then the head of the Communist Party, and the number of people killed is suspected to be at least 2 million.

More than 100 million people around the world practice Falun Gong.

To learn more about the persecution of Falun Dafa, please visit:
www.faluninfo.net, en.minghui.org
To download free materials: www.falundafa.org

People ask how can they help; Just spreading awareness is a big help. Let your family and friends know about the persecution. Many people invest money in China without being aware what it is used for. Many products that are coming from China are made by prisoners in the most pitiable conditions. If you want to help in other ways, please visit:

http://www.fofg.org/index.php

=================

ormai noi siamo una Nazione allo sfascio! MARCELLO GEMMATO. 13 febbraio Alla quarta molestia... oggi nei confronti di una minorenne di 16 anni, un senza fissa dimora del Bangladesh viene fermato da un carabiniere fuori servizio. Avete capito bene la QUARTA VOLTA CHE VIENE FERMATO PER VIOLENZA SESSUALE.
Il tutto avviene davanti al liceo che frequenteranno tra qualche anno le mie figlie. Mi chiedo che mondo stiamo consegnando ai nostri figli?
Siamo razzisti se solleviamo in maniera forte il problema?

==================
Pro Vita Onlus raccoglie le firme contro l’UNAR. Toni Brandi: "chiediamo con forza che il Governo intervenga e chiuda l’UNAR" OFFERTO DA Keresztirány EKKM ifjúsági szolgálat
Pro Vita Onlus raccoglie le firme contro l’UNAR.
Il recente servizio delle Iene ha scoperchiato un vaso di Pandora sopra le attività dei circoli LGBT che molto spesso ricorrono a diciture politically correct per ricevere fondi e appoggi dalle istituzioni pubbliche, come ad esempio i patrocini, mentre il fine reale è ben diverso da quello propagandato. Contro questo tipo di abusi – e dunque per controlli più serrati da parte degli uffici competenti – Pro Vita Onlus si batte da anni, al fianco di genitori, bambini, scuole affinché la verità, e non le ideologie, vengano promosse nei contesti educativi. A questo proposito, per iniziativa del suo presidente, Toni Brandi, ha promosso una campagna di raccolta firme tramite la rete, per la chiusura dell’UNAR, un ente che negli ultimi anni ha perso molta della sua credibilità e della sua autorevolezza.
Infatti i progetti e le iniziative promosse dall’UNAR, con il pretesto di educare all’uguaglianza e di combattere le discriminazioni, il bullismo, spesso promuovono: l’equiparazione di ogni orientamento sessuale e di ogni tipo di “famiglia”; la prevalenza dell’ “identità di genere” sul sesso biologico (e la conseguente normalizzazione della transessualità e del transgenderismo); la decostruzione di ogni comportamento o ruolo tipicamente maschile o femminile insinuando che si tratterebbe sempre di arbitrarie imposizioni culturali; la sessualizzazione precoce dei giovani e dei bambini..
Secondo la Onlus:

L’UNAR, che dovrebbe occuparsi solo di discriminazioni razziali e basate sull’origine etnica, ha da tempo violato i limiti delle sue competenze occupandosi di tematiche LGBT e promuovendo la teoria del gender nelle scuole. La sua famosa “strategia nazionale” diretta anche alle scuole, escludeva le associazioni di famiglie e genitori e includeva soltanto 29 associazioni LGBT. Ha anche preteso di censurare e plasmare il linguaggio dei giornalisti conformandolo ai dettami LGBT.

E’ stato grazie a Pro Vita Onlus – tra l’altro – che la stampa ha potuto risalire al nome dell’associazione (Anddos) che percepiva i soldi dall’Ufficio che opera presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con cifre anche importanti e che ha causato le dimissioni del Presidente dell’Unar, Francesco Spano). Sul sito di Pro Vita:

ProVita ha consultato informazioni accessibili al pubblico e ha scoperto “coincidenze” sorprendenti: l’associazione “ANDDOS” si presenta come associazione LGBT “contro le discriminazioni da orientamento sessuale” e “senza fini di lucro”. Essa avrebbe ricevuto dall’Unar nel 2016 esattamente €55.560,00. Tra i suoi cosiddetti “Centri Ascolto e Antiviolenza” troviamo – ad esempio – la sede affiliata “Macholato” a Napoli, che comprende i “sex box” e proprio le ormai famose “dark room”. Oppure il Circolo “Bunker” a Roma, presentato come “il più grande sex club di Roma”, che offre anche i “glory holes” menzionati dalle Iene, e una “red zone sotterranea”. O ancora: la “Black Sauna” di Bologna, con le sue“dark room“, che fa pagare €75 per 5 ingressi, €350 per 33, ecc.

“Ci chiediamo come possa dirsi ‘presidio di informazione sulla salute e sulla prevenzione di malattie sessualmente trasmesse’, un’associazione che, attraverso le sue affiliate, promuove pratiche che sono l’estremo opposto del cosiddetto ‘sesso sicuro’”, dichiara Toni Brandi, presidente di ProVita Onlus, “Difficile che Francesco Spano, direttore dell’Unar, possa sostenere di non conoscere personalmente, ma solo tramite un controllo ‘cartaceo e formale’, l’associazione ANDDOS, finanziata dall’ufficio che dirige: basta una rapida ricerca su internet per scoprire che Francesco Spano è stato coinvolto in prima persona in eventi promossi dall’ANDDOS ed era presente fisicamente anche all’inaugurazione della nuova sede nazionale dell’ANDDOS a Roma”.

===============

Il genocidio uccide anche la cultura e distrugge le comunità. IRAQI CHRISTIAN RELIEF COUNCIL 25 febbraio 2016 Il 2015 ha visto riversarsi in Europa una delle più grandi ondate di rifugiati di tutti i tempi. Gente che fugge dai conflitti in Medio Oriente ha attraversato clandestinamente i vari confini, sperando di trovare un luogo in cui stabilirsi e condurre una vita pacifica. Un’americana ha vissuto tutto questo anni fa.
Juliana Taimoorazy era una ragazza cresciuta in Iran e che cercava di praticare la propria fede cristiana in un Paese governato da dieci anni da una “rivoluzione islamica” quando se n’è andata a causa della persecuzione religiosa. È entrata clandestinamente in Svizzera e poi in Germania, arrivando infine negli Stati Uniti con lo status di rifugiata.
Come la maggior parte dei rifugiati, la Taimoorazy ha vissuto pacificamente nella sua nuova terra, conseguendo la laurea. Avrebbe potuto avere una brillante carriera, ma sentiva il richiamo della vita e della cultura che si era lasciata alle spalle, così nel 2006 si è sentita chiamata a fare qualcosa riguardo a ciò che stava accadendo ai cristiani in Medio Oriente. C’erano sempre più attacchi contro la Chiesa mentre gli islamisti stavano prendendo il sopravvento, soprattutto in Iraq.
La Taimoorazy ha fondato l’Iraqi Christian Relief Council, che lavora per offrire aiuti umanitari ai cristiani che lottano in Medio Oriente ed è impegnato a livello di assistenza, sostegno con la preghiera e formazione sulla Chiesa perseguitata.
Il lavoro è aumentato dall’ascesa dello Stato Islamico, che ha conquistato la città di Mosul, nel nord dell’Iraq, nel 2014. La successiva conquista da parte dell’ISIS di città e villaggi nella Piana di Ninive, area tradizionalmente cristiana, ha costretto decine di migliaia di persone a trasferirsi nella capitale della regione autonoma curda irachena, Erbil.
L’azione della Taimoorazy è duplice: dare ai cristiani il sostegno di cui hanno bisogno per rimanere nella terra dei loro avi e, per chi è costretto a vivere altrove, aiutarlo a mantenere un legame con la sua cultura storica.
“Il genocidio non riguarda solo il fatto di uccidere persone, ma è anche uccidere culture, distruggere comunità”, ha affermato. “Non siamo semplicemente cristiani, siamo assiri. La nostra è una storia di 7.000 anni”.
Il suo riferimento al genocidio deriva da una sensibilità storica e da una profonda preoccupazione per le condizioni attuali in Iraq e in Siria. Gi assiri sono stati soggetti a genocidio nello stesso periodo del genocidio armeno, cent’anni fa.
La Taimoorazy riconosce le buone intenzioni di chi sta cercando di aiutare i cristiani mediorientali a mettersi in salvo, ma ritiene che questi sforzi siano anche fuorvianti.
Non nega che le persone abbiano il diritto di vivere dove vogliono. “Se avessi dei figli lì che possono essere uccisi potrei volerli far andar via anch’io”, ha ammesso.
Nota tuttavia che far uscire masse critiche di cristiani dal Medio Oriente gioca a favore di chi sta implementando il genocidio, e spera che alla fine verranno create le condizioni adeguate per permettere alle persone come lei di tornare nelle proprie terre d’origine.
Sono in corso degli sforzi per creare queste condizioni in Siria e in Iraq. La guerra civile siriana è iniziata ormai da più di quattro anni, e si discute di un possibile panorama geopolitico caratterizzato da zone autonome.
“Alcuni degli attori in campo e degli osservatori hanno concluso che il destino della Siria sarà quello di spezzarsi in zone settarie o regionali – nello scenario migliore tenute insieme precariamente da uno Stato meno centralizzato”, ha riferito la Associated Press a fine settembre.

La Restore Nineveh Now Foundation, in coordinamento con la American Mesopotamian Organization e il Middle East Christian Committee, una federazione di ONG cristiane mediorientali, ha lanciato West to East—Leadership in Syria (WELS), un’iniziativa che stabilirà una regione amministrata a livello locale e governata autonomamente dal popolo cristiano assiro nella regione di Khabour della provincia siriana di Hassaka.
I cristiani della valle di Khabour stanno cercando di far rilasciare i propri parenti dalle prigioni dell’ISIS e stanno compiendo passi concreti per affermare la propria identità assira. Ad esempio, “stanno cambiando i nomi delle strade inserendo anche il nome assiro”, ha detto la Taimoorazy.

Nel frattempo, un’organizzazione con cui collabora la Taimoorazy, il Philos Project, sta lavorando con altre realtà per creare una patria cristiana nel nord dell’Iraq.

“Attraverso l’articolo 125 della Costituzione irachena ci è stata data la provincia della Piana di Ninive”, ha riferito la donna. “Il Philos Project sta costruendo coalizioni e raccogliendo risorse da importanti personalità del mondo – ebrei, cristiani e musulmani – per realizzare la cosa”.

=====================

UNAR: firma la petizione #chiudeteUNAR di ProVita! Home Page > Campagne > UNAR: firma la petizione #chiudeteUNAR di ProVita! UNAR_#chiudeteUNAR_post_sito_ProVita
Firma la petizione #chiudeteUNAR per chiedere l’immediata chiusura dell’UNAR alla Presidenza del Consiglio e al Presidente della Repubblica.
L’UNAR (Ufficio Nazionale Anti-discriminazioni Razziali) si è infine mostrato per quello che è: un ufficio del Governo non soltanto inutile e pericoloso ma che sperpera soldi pubblici, destinandoli ad associazioni LGBT che promuovono orge gay e servizi sessuali gay a pagamento.
Vuoi approfondire la tua cultura prolife?
Leggi gli articoli inediti pubblicati sulla rivista mensile
"Notizie ProVita" Clicca qui
L’UNAR, che dovrebbe occuparsi solo di discriminazioni razziali e basate sull’origine etnica, ha da tempo violato i limiti delle sue competenze occupandosi di tematiche LGBT e promuovendo la teoria del gender nelle scuole. La sua famosa “strategia nazionale” diretta anche alle scuole, escludeva le associazioni di famiglie e genitori e includeva soltanto 29 associazioni LGBT. Ha anche preteso di censurare e plasmare il linguaggio dei giornalisti conformandolo ai dettami LGBT.
Firma anche tu!
 Ora, la goccia che fa traboccare il vaso: un servizio de Le Iene ha rivelato che l’UNAR destinava fondi (più di 55 mila euro!) ad un’associazione gay che si dedica soprattutto alla promozione di orge gay, prostituzione, e pratiche sessuali estreme. ProVita Onlus, minacciando azioni legali, ha rivelato alla stampa il nome dell’associazione gay (l’ANDDOS) tenuto nascosto da Le Iene e il fatto che il direttore dell’UNAR, Francesco Spano, conosceva bene le attività dell’associazione. In seguito il direttore dell’UNAR si è dimesso.

Questa è una prima vittoria che ci deve spingere a chiedere la chiusura di un ufficio (l’UNAR) che si è dimostrato così incompetente, inutile, pericoloso e dannoso, e che sperpera i soldi dei cittadini per destinarli alla promozione delle attività più ignobili.

Perciò firma anche tu e diffondi tra tutti i tuoi contatti la petizione #chiudeteUNAR lanciata da ProVita Onlus per chiedere al Presidente del Consiglio Gentiloni e al Presidente della Repubblica Mattarella la chiusura immediata dell’UNAR e la devoluzione dei fondi alle politiche per la famiglia.
==============
per RAI2 Gesù è gay! ] VIDEO – Per Rai 2 Gesù è gay! arcigay_scuola_sesso_lezioni_denuncia_ProVita_Giuristi Pamphlet porno a scuola: ProVita e Giuristi per la Vita denunciano l’Arcigay! rassegna_stampa_rai2_Gesù_gayRai2, Gesù gay in prima serata – Rassegna stampa della denuncia di ProVita e Giuristi per la Vita
Su questo sito abbiamo raccontato come il 30 maggio 2014 nel corso della trasmissione “LOL” in onda su Rai2, dopo il telegiornale delle 20.30, veniva presentato uno sketch “comico” il quale mostrava Gesù Cristo, gli apostoli ed una donna allegramente riuniti nel contesto dell’Ultima Cena. Le note della celebre aria di Mendelssohn trasmesse in sottofondo alludevano evidentemente ad una scena di matrimonio, e parevano riferirsi alle nozze tra Gesù e la donna che gli sedeva accanto. L’equivoco veniva subito chiarito quando nella scena lo stesso Gesù bacia sulla bocca uno degli apostoli, verosimilmente Simon Pietro, con evidente e chiara allusione al matrimonio omosessuale.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO
Vista la gravità dell’insulto alla fede di milioni di italiani, e non potendo accettare una tale strumentalizzazione blasfema dell’immagine di Gesù in favore della propaganda omosessualista, ProVita onlus e Giuristi per la Vita hanno deciso di presentare un esposto alla Procura della Repubblica contro questa rappresentazione blasfema che offende il sentimento religioso, particolarmente inaccettabile in quanto trasmessa su Rai2, televisione di Stato.
Ti piace ProVita?
Diventa Fan e segui la nostra pagina Facebook
Gesù che si bacia con un uomo, lasciando intendere che tra di loro vi sia un vincolo omosessuale che porterà ad un matrimonio, è qualcosa che va ben oltre a qualsivoglia contenuto riconducibile ad umorismo o satira.
FIRMA QUI!

Anche dopo la denuncia, i responsabili della Rai non hanno preso le distanze dalla rappresentazione incriminata. Per questo motivo invitiamo tutti i lettori ad aderire alla petizione, rivolta al Presidente della Rai affinché presenti pubblicamente le proprie scuse, in nome della Rai, e si adoperi fattivamente perché, in futuro, la televisione di Stato non venga utilizzata a fini ideologici e rispetti i valori e le tradizioni religiose del popolo. La petizione sarà inviata anche all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) e alla Commissione Parlamentare per l’ indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi.
Non è la prima volta che la Rai si distingue per profonda blasfemia: ricordiamo il Festival di Sanremo, evento in cui è stato invitato -a spese dei contribuenti- il cantante Rufus, noto per i testi in cui rappresentano Gesù omosessuale in atteggiamenti indicibili.
Con la tua firma possiamo evitare che cose simili si ripetano in futuro!
https://www.notizieprovita.it/attivita/per-rai-2-gesu-e-gay-parte-la-denuncia-di-provita-e-giuristi-per-la-vita/
======================

Dopo aver denunciato gli insegnanti del Giulio Cesare di Roma che hanno fatto leggere agli studenti un romanzo porno, ProVita Onlus ed i Giuristi per la Vita hanno denunciato l’Arcigay alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia per la distribuzione di un pamphlet porno. Ecco i fatti: 1. Presso l’istituto scolastico I.T.C.G. Cattaneo-Dall’Aglio di Castelnovo ne’ Monti, alcuni rappresentanti del Comitato Provinciale Arcigay “Gioconda” di Reggio Emilia, dopo aver tenuto in classe una lezione contro l’omofobia, hanno distribuito a studenti minorenni un opuscolo illustrativo intitolato “SAFER SEX HIV e Infezioni Sessualmente Trasmissibili”, il cui contenuto denota un evidente e sconcertante natura pornografica.
Sei un ProVita? Seguici su Twitter
2. Il predetto opuscolo, infatti, non solo mostra al suo interno immagini oscene, ma contiene, altresì, affermazioni del seguente tenore:
(a) «L’epatite B si trasmette principalmente nel corso di rapporti sessuali anali ed orali non protetti. Utilizzando un preservativo con un’adeguata dose di lubrificante a base d’acqua durante i rapporti anali e un preservativo durante i rapporti orali potrai evitare il contagio»;
(b) «L’epatite A la prendi ingerendo acqua o cibo contaminati o, nel caso di rimming (pratica sessuale che comporta il contatto della bocca con l’ano o con le regioni perianali, ndr), se la tua bocca entra in contatto con le feci (anche minime tracce) di un partner infetto. Per proteggerti dall’epatite A durante i rapporti oro-anali puoi utilizzare una normale pellicola trasparente ben aderente (dental dam) o un preservativo tagliato a metà e appoggiato all’ano del partner»;

(c) «Per l’epatite A e B esiste il vaccino che conviene fare. Inoltre la vaccinazione contro l’epatite B è gratis per i gay. Basta che tu dica al medico di essere gay»;

(d)«Se fai il pompino senza preservativo, non farti venire in bocca e non ingoiare, perché la concentrazione di virus HIV nello sperma è potenzialmente alta. Se però capita che l’altro ti venga in bocca, sputa lo sperma immediatamente, sciacqua la bocca con semplice acqua tiepida, non usare il collutorio e non correre a lavarti i denti (non irritare le gengive)».
(e) Per evitare il rischio di infezione della gonorrea, si invita ad «utilizzare un guanto di lattice per la penetrazione», e a «evitare lo scambio di sex toys».
Risulta quindi evidente che, con il pretesto di fare opera di prevenzione dell’AIDS, in realtà gli autori del pamphlet fanno propaganda pornografica LGBT allo scopo di intervenire nell’educazione fisica, psichica e spirituale dei nostri figli sin dalla giovane età.
Con i Giuristi per la Vita riceviamo segnalazioni di propaganda LGBT nelle scuole da tutta Italia:
     aiutaci a difendere la vita,
   aiutaci a difendere l’educazione dei nostri giovani,
      aiutaci a preservare l’innocenza dei nostri bambini!

 =======================

Il circolo omosessualista Mario Mieli provoca ProVita Onlus e Giuristi per la Vita. Il circolo omosessualista Mario Mieli provoca ProVita Onlus e Giuristi per la Vita. Circolo_Mario_Mieli_omosessuali_gay_ProVita_onlus_Giuristi_Vita_denuncia Il circolo omosessualista “Mario Mieli” provoca ProVita Onlus e Giuristi per la Vita invitandoli a denunciarli.
Di seguito il loro comunicato stampa a firma del loro presidente Andrea Maccarrone.
Il Circolo Mario Mieli legge Mazzucco a scuola: le associazioni pro vita ci denuncino.
Sei un ProVita? Oggi alcuni attivisti del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli hanno partecipato al  progetto “Le Cose Cambiano”, promosso da Roma Capitale, con un intervento presso un istituto superiore romano durante il quale hanno letto il brano tratto dal libro “Sei come sei” di Melania Mazzucco, al centro delle recenti polemiche che hanno coinvolto il Liceo Giulio Cesare.
“Invitiamo Giuristi per la vita e Pro Vita onlus a presentare denuncia nei nostri confronti come hanno recentemente fatto con le due insegnanti del Giulio Cesare, colpevoli di aver esercitato la loro libertà di insegnamento e di aver promosso un’educazione alle differenze che dovrebbe essere parte integrante di ogni programma scolastico“, ha dichiarato il Presidente del Circolo Mario Mieli, Andrea Maccarrone, a margine dell’incontro.

“Vogliamo respingere con decisione tutti quelli attacchi ideologici e strumentali che mirano a intimidire presidi e insegnanti limitando la loro libertà di espressione e insegnamento, tutelati dalla Costituzione. Le scuole tentano con fatica e coraggio di mettere in campo progetti di contrasto al bullismo omofobico e transfobico. Non possiamo permetterci di lasciarle sole e dobbiamo difendere assieme i valori della democrazia e del pluralismo. Proprio per questo il nostro gesto simbolico di vicinanza a studenti, insegnanti, presidi e genitori intende colmare una latitanza, ogni giorno più inaccettabile, del Governo su questi temi”.
Dopo la manifestazione di Blocco Studentesco al Giulio Cesare e il ritiro voluto dal MIUR dell’opuscolo Unar “Educare alla diversità a scuola”, il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli ha richiesto un incontro urgente con la Ministra dell’Istruzione, Stefania Giannini, per conoscere quali siano le iniziative e le strategie nazionali del  Ministero per garantire la libertà di insegnamento e fare in modo che insegnanti, presidi e scuole, in prima linea nella lotta contro l’omofobia e la transfobia, non debbano più sentirsi soli e trovarsi al centro di attacchi e polemiche.
Sabato 7 Giugno il Roma Pride sarà in piazza anche per ricordare al Presidente del Consiglio Matteo Renzi che se davvero vuole rendere le scuole e i luoghi dell’educazione una priorità per il Paese, è il momento che questo Governo faccia la differenza schierandosi in prima linea nella promozione della cultura dell’uguaglianza e del rispetto di tutte le differenze.
Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli Andrea Maccarrone – Presidente  3297488791 Ufficio Stampa
Andrea Berardicurti – Andrea Contieri   065413985 – 3487708437

=======================

Mons. Bashar Matti Warda, arcivescovo di Erbil, lo dice chiaramente in una sua intervista rilasciata a Gli Occhi della Guerra:
“Nove chiese su dieci risultano saccheggiate, bruciate o danneggiate. Il messaggio ai cristiani è chiaro: Vi odiamo, non vi vogliamo e non dovete tornare”.
Queste drammatiche parole delineano bene la situazione drammatica che i cristiani in Medio Oriente affrontano quotidianamente.
A Erbil, capoluogo del Kurdistan nel nord dell’Iraq, sono 10 mila le famiglie rifugiate e chi rimane ha bisogno di tutto, dall’alloggio al cibo, all’assistenza sanitaria.
La persecuzione dei cristiani continua dunque incessante e sempre più determinata.
I cristiani si sentono sempre meno al sicuro e il governo iracheno non ha ancora iniziato alcuna ricostruzione di villaggi.
Ancora una volta siamo di fronte non solo a una grande emergenza umanitaria, ma anche e soprattutto a un’importante lotta per il diritto alla libertà religiosa dei cristiani e la loro permanenza nelle terre dove la nostra fede ha avuto origine!
Ancora una volta quindi ti rinnovo l’accorato invito alla preghiera, e se possibile ai tuoi sacrifici, specialmente in questo tempo di Quaresima! È quanto di più potente abbiamo a nostra disposizione per stare vicino a questi cristiani coraggiosi.
L’Osservatorio sulla Cristianofobia, se potrà continuare a contare anche sul tuo sostegno, porterà avanti instancabilmente il lavoro di denuncia e di informazione per dare voce a chi non ha voce!
Insieme sosterremo il diritto di ogni cristiano di professare la fede in Gesù Cristo e celebrare liberamente ciò che sta a fondamento della vita di tutti noi.
Sostieni le attività dell'Osservatorio sulla Cristianofobia!
Spero di averti sempre al mio fianco in questo importante impegno di giustizia e di libertà!
Silvio Dalla Valle
Responsabile Campagna Osservatorio sulla Cristianofobia
Grazie al sostegno dei suoi benefattori, l’Osservatorio sulla Cristianofobia continua il suo impegno di monitoraggio e di denuncia in difesa dei cristiani perseguitati.
Una tua libera donazione sosterrà le attività dell’Osservatorio sulla Cristianofobia a tutela dei cristiani in difficoltà.
=================

le aziende hi-tech della Silicon Valley che parlano con WikiLeaks? SONO LORO I CRIMINALI NON LA CIA! WASHINGTON, 9 MAR - Il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer ha rimandato i giornalisti al ministero della Giustizia per sapere quali potrebbero essere le ripercussioni legali se le aziende hi-tech della Silicon Valley ricevessero e utilizzassero materiale classificato rubato da WikiLeaks, come ha promesso il fondatore Julian Assange. Ma Spicer ha dato per scontato che ci saranno conseguenze perché si tratta di materiale segreto legato alla sicurezza nazionale. Spicer ha detto che Trump è convinto che 'l'arsenale' dei mezzi di spionaggio della Cia deve essere aggiornato. Trump, ha dichiarato Spicer, "pensa che i sistemi della Cia siano obsoleti e che debbano essere modernizzati". Le rivelazioni di Wikileaks, ha ribadito Spicer, "preoccupano molto" il presidente.

Simonetta Tokarev · Prima pensavo che gli USA erano una Nazione buona. Dopo, con il tempo, gli eventi ed il sopraggiungere della maturitá, mi sono resa resa conto che, non solo è una Nazione con un governo pieno di cattiveria, ma un vero e proprio Governo criminale senza nessun limite morale. Solo ed unicamente tornaconto della classe dirigente.

====================

open letter to: aziende hi-tech della Silicon Valley [ se io venissi ucciso nel corpo biologico? questo sarebbe un grosso problema per i miei nemici, e certo non sarebbe un grosso problema per me, perché io sono immortale! ] MA QUESTO È IL PARADOSSO! [ 1. io non posso uccidere i criminali che non sono alla portata della mia giurisdizione (cioè, tutti, infatti non esiste ancora un Regno di ISRAELE Unius REI in modalità politica! )! MA, I MIEI MINISTRI ANGELI POSSONO FARLO, si, i miei ministri angeli possono uccidere i miei nemici! [ 2. io non posso neanche uccidere retroattivamente gli ex-criminali, nel momento in cui sono entrati nel mio Regno, infatti, hanno ricevuto automaticamente la amnistia! ] TANTO PREMESSO, VOI POTETE ESPORRE ME, senza problemi, AL VOSTRO POSTO!

open letter to: aziende hi-tech della Silicon Valley [ i sacerdoti di Satana: e loro zombie vampiri demoni ecc..? loro sono troppo divertenti dal mio punto vista! infatti io li vado a cercare tutto il tempo!

=======================

“Un film dal titolo infame si aggira per l’Italia. E si trasforma in una cartina di tornasole sulla confusione mentale di un pezzo della sinistra nostrana, a cominciare dall’Anpi, la benemerita associazione dei partigiani”.
In un articolo a tutta pagina richiamato con grande evidenza il Corriere della sera racconta la squallida iniziativa di un attivista propal a Biella, sostenuta dalla sezione locale dell'Anpi. Inizialmente prevista in una scuola, la proiezione del documentario 'Israele, il cancro' è stata bloccata dalla Provincia grazie alla mobilitazione dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e di altre associazioni, ricorda oggi il Corriere. Che definisce le parole del Presidente nazionale dell'Anpi Carlo Smuraglia molto caute e attacca la "trasformazione genetica" di un'associazione che, a partire dal Congresso di Chianciano del 2006, sembra aver smarrito parte dei propri riferimenti.
"Il sostegno dell’Anpi rappresenta un fatto gravissimo e incomprensibile e duole ancor più nella considerazione che tale filmato divenga un’esperienza vissuta nella scuola, luogo nel quale esattamente al contrario, dovremmo coltivare i valori condivisi della tolleranza e del rispetto. L’odio è una materia facilmente infiammabile, basta davvero poco per divampare in incendio" sottolineava nel suo messaggio a Smuraglia la Presidente dell'Unione Noemi Di Segni.
Da segnalare tra gli altri l'intervento di Nino Boeti, Vice Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte e Presidente del Comitato Resistenza e Costituzione, che in una nota afferma: "Il patrocinio della sezione biellese dell’Anpi al documentario 'Israele, il cancro' costituisce un grave errore, e mi sconcerta che a commetterlo sia un’associazione che promuove i valori della Resistenza. Valori di libertà, di tolleranza, di pace che sono quelli fondanti la nostra Carta Costituzionale e che non appartengono certo a chi sceglie di usare parole come 'cancro' e auspica che Israele possa sprofondare all’inferno".

======================

quello che è odioso per Maometto shariah, è che lui vede sempre la pagliuzza nell'occhio degli altri, ma, tutte le travi nel suo occhio? lui quelle travi di omicidi di martiri cristiani, di negazione di ogni diritto umano? lui non vede i suoi attuali genocidi!! Jordan says ‘Muezzin Bill’ is discriminatory, violates peace treaty
Minister warns Israel legislation would breach human rights conventions, infringe upon Jordan’s authority over holy sites in East Jerusalem
Jordan dice 'Muezzin Bill' è discriminatoria, violando il trattato di pace, Il ministro avverte legislazione Israele sarebbe violare convenzioni sui diritti umani, violare l'autorità di Jordan su luoghi santi a Gerusalemme Est


my ISRAEL ] a chi i miei ministri andranno a rompere il culo oggi? IO NON NE HO LA MINIMA IDEA!

08-03-2017Tajikistan
Tajikistan: Christian faces possible imprisonment

Sahat*, a Believer from a Muslim Background, was recently released after being arrested by a ...
20-01-2017Somalia
Little change expected for secret Christian community in Somalia

Air traffic over Mogadishu, Somalia's capital, was halted on the 8th of February as members of ...
11-01-2017
Anti-Christian pressure is rising most rapidly in South and Southeast Asia

The rise of the Bharatiya Janata Party to power in India has unleashed a religiously motivated ...
25-11-2016Uzbekistan
Uzbekistan: Christian prisoner released on parole after six years

Local sources have confirmed to Open Doors that Uzbekistan has released Christian prisoner, Tohar ...
19-11-2016Iran
Iran: Four imprisoned Christians released on bail

On 24 June, 2016, an engagement ceremony in Iran was raided by security agents. While 10 people were ...
04-11-2016Iraq
Iraq: "I weep tears of joy,” says Iraqi church leader

This is the moment hundreds of displaced Christian families have been longing for: the cross, deemed ...
21-10-2016Egypt
Egypt: Alarming signs of instability - please pray!

Please pray for the country of Egypt as anxiety and hopelessness grip the hearts of many Egyptians ...











23:55 09.03.2017
0 75
Russia-Turchia: venerdì a Mosca vertice Putin-Erdogan
I leader di Russia e Turchia presteranno particolare attenzione ai meccanismi di coordinamento delle operazioni militari che entrambi i paesi conducono in Siria, lo ha detto il portavoce presidenziale turco Ibrahim Kalin.

23:29 09.03.2017
1151
Ucraina, la Chiesa ortodossa denuncia i soprusi ai fedeli del Patriarcato di Mosca
La Chiesa ortodossa ha portato all’attenzione delle Nazioni Unite le iniziative legislative delle autorità ucraine che bandiscono le chiese del Patriarcato di Mosca. Lo ha reso noto il portavoce dell’arcivescovo ortodosso Ilarion Alfeev.

23:10 09.03.2017
0 200
La Cina progetta un acquedotto dal lago Baikal per fronteggiare la carenza di acqua
I ricercatori dell’Istituto cinese per la pianificazione urbana e rurale stanno lavorando al progetto di un acquedotto dal lago Baikal, nella Russia sudorientale, alla città di Lanzhou, nella Cina nordoccidentale. Lo riferisce il sito di scienze e tecnologia Gizmodo.

22:34 09.03.2017
0 313
L’Iran testa un nuovo missile balistico
Il Corpo delle guardie della rivoluzione islamica ha testato il nuovo missile balistico di fabbricazione iraniana “Hormuz-2”, progettato per colpire bersagli navali. Lo riferisce l’agenzia Tasnim, citando il comandante delle Guardie Rivoluzionarie Amir Ali Hajizadeh.

22:00 09.03.2017
10297
Margarita Simonyan commenta le accuse contro RT del ministro delle Finanze tedesco
Il direttore di RT e Sputnik Margarita Simonyan risponde al ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble che ha accusato il canale televisivo russo di diffondere notizie false.

21:28 09.03.2017
1515
Cina e Russia costruiranno insieme il primo sottomarino civile nel mondo
Entro la fine di quest'anno con l'aiuto di tecnici russi la Cina prevede di completare la progettazione del primo sommergibile civile nel mondo, scrive il giornale China Daily.

21:00 09.03.2017
1469
Crisi ucraina, Peskov: crisi interna, la Russia non c’entra niente
Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, commentando le accuse alla Russia per la fornitura di armi ai separatisti del Donbass, ha sottolineato che la Russia non ha alcun legame con la crisi ucraina.

20:33 09.03.2017
9953
A Mosca si commenta il no alla cooperazione militare con la Russia del Congresso USA
Il Congresso ha approvato il budget per il Dipartimento della Difesa relativo a quest'anno.

20:07 09.03.2017
1180
La Turchia confida nella rapida cancellazione dell’embargo agricolo russo
Ankara si aspetta da Mosca passi positivi verso la rimozione delle limitazioni sulle esportazioni dei prodotti agricoli turchi in Russia. Lo ha dichiarato il ministro dell’Economia turco Nihat Zeybekchi.

19:34 09.03.2017
34869
Stephen Hawking suggerisce creazione di un governo unico globale
Il fisico britannico crede che per il benessere globale potrebbe essere necessario creare un governo comune. Lo riporta il Times.

19:06 09.03.2017
3454
Dipartimento di Stato e Pentagono accusano Russia di violazione trattato su euromissili
La Russia non rispetta il Trattato INF, hanno affermato i funzionari del Pentagono e del Dipartimento di Stato. Negli Stati Uniti hanno sottolineato che la Russia schiera in contrasto con il trattato nuove postazioni per il lancio di missili da crociera terrestri. In precedenza la stessa accusa era partita da Mosca all'indirizzo di Washington.

18:46 09.03.2017
171112
Lavrov: Il mondo sta entrando nell’era post-occidentale
Il mondo sta gradualmente entrando nell'era post-occidentale ed è in fase di transizione al sistema multipolare, il che significa che tutti i paesi devono condividere la responsabilità collettiva per costruire la pace e la stabilità nel mondo.

18:19 09.03.2017
0 167
Russia, Elena Isinbaeva è stata rieletta capo del comitato ispettivo della RUSADA
La due volte campionessa olimpica di salto con l’asta Elena Isinbaeva è stata rieletta capo del comitato ispettivo dell’Agenzia antidoping russa (RUSADA).

17:48 09.03.2017
12349
Netanyahu: il contributo della Russia contro il terrorismo è encomiabile
La Russia ha dato un contributo significativo alla lotta contro il sedicente Stato islamico. Lo ha dichiarato il premier israeliano Benjamin Netanyahu.